Navigazione veloce

Giornata d’inaugurazione dell’anno scolastico del Liceo Artistico 2018/2019

Si è svolto venerdì 23 novembre presso la sala del Future Center di Barletta la cerimonia per l’inaugurazione del nuovo anno scolastico 2018-2019. Tutte le classi del Liceo Artistico “N.Garrone” di Barletta hanno partecipato all’emozionante incontro col Presidente dell’Accademia delle Belle Arti di Catanzaro, arch. Giuseppe Soriero, autore del libro “Sud, 20 anni di solitudine”. Dopo i saluti ed una breve introduzione del Dirigente Scolastico Antonio Francesco Diviccaro, la prof.ssa  Bonadies ha tracciato un breve profilo del dott. Soriero, ricordando alcune delle cariche istituzionali da lui rivestite come quella da  Sottosegretario di Stato ai trasporti e alla navigazione e  quella  da Presidente del Comitato interministeriale presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Laureato in architettura, Giuseppe Soriero, è dal 2018, Presidente dell’Accademia delle  Belle Arti di Catanzaro. Prima di dare inizio al dibattito, il prof. Antonio Massimo Diviccaro, docente di storia dell’arte, ha relazionato brevemente, sulla storia e sugli indirizzi che caratterizzano il liceo Artistico N.Garrone di Barletta. Subito dopo, Giuseppe Soriero, con un eloquio raffinato ed eloquente ha coinvolto l’intera platea discutendo di occupazione, lavoro e sbocchi professionali. Prendendo spunto dal suo libro, “Sud, 20 anni  di solitudine”, nella prima parte del dibattito, ha stigmatizzato con grande  puntualità e precisione, la situazione delle due Italie,  dal Dopoguerra al “Sorpasso”, dal boom degli anni ’60 agli anni 90”; ha raccontato la storia di un Sud malato e affamato di lavoro, la crisi del Mezzogiorno, la triste realtà delle nuove generazioni che, o emigrano al nord per trovare lavoro, o sono costrette ad accontentarsi di proposte poco dignitose. Traendo spunto dalle sue esperienze in campo culturale e politico, il prof. Soriero ha cercato di spiegare ai duecento ragazzi che occupavano la sala del Future Center l’importanza che assume oggi l’istruzione nel percorso di vita: Studiare serve a crescere intellettualmente, a sviluppare capacità di apprendimento, analisi e spirito critico, a capire il mondo che ci circonda. Chi ha voglia di migliorare la propria condizione occupazionale, economica e sociale, deve partire  da ciò che ha imparato, da ciò che ha studiato, bisogna ricominciare a vedere l’istruzione come chance di riscatto e di miglioramento della propria vita e della comunità”.

Momento emozionante ed interessante quello della seconda parte del dibattito, in cui tre studentesse della  classe digitale del Liceo Artistico hanno illustrato le varie fasi che precedono un’animazione digitale, presentando le diverse applicazioni e spiegando le tecniche utilizzate per la realizzazione. Una splendida dimostrazione di come sia possibile conciliare tecnologia e creatività,  binomio indispensabile per un mercato del lavoro sempre più dinamico e in continua evoluzione. Si è poi dato spazio ad un ampio dibattito con formulazione di domande e risposte che hanno chiarito meglio alcuni passaggi del dibattito. Al termine della giornata il dott. Soriero, attraverso la proiezione di slide contenenti i dati statistici sconcertanti sul divario tra nord e sud, in termini di occupazione ed economia, ha invitato gli studenti a riflettere sulla necessità di risvegliare l’orgoglio meridionale dal torpore che ha causato troppi danni. Bisogna chiedere alla classe dirigente meridionale, ha detto Soriero, di riconoscere il fallimento e di scommettere su un nuovo paradigma che possa portare ad una reale stagione di rinascita. Questa la nuova “Disfida” che Soriero  lancia al Liceo Artistico e a tutto il sud in generale. Un incontro prezioso e formativo, ma anche un momento di gioia e condivisione che si è concluso con la consegna dei diplomi da parte del Dirigente e dell’arch. G. Soriero ai diplomati dello scorso anno.

Ora possiamo dire, davvero, “buon anno scolastico”!