Navigazione veloce
Ti trovi in: Home > Progetto “Moro vive”

Progetto “Moro vive”

“MORO VIVE” ALL’ISTITUTO “N.GARRONE”

 

Moro vive: il suo pensiero, la sua visione dalla società e della politica, il suo esempio, sono attuali e vanno trasmessi ai giovani

 

“La persona prima di tutto”, così affermava Aldo Moro alla sua prima lezione da docente universitario, in un contesto, quello della seconda guerra mondiale, dove la persona risultava essere spesso un mero numero. Una frase che ha caratterizzato tutta la sua vita fino alla sua morte, quel 9 maggio del 1978 quando venne ritrovato il corpo senza vita dello statista pugliese della Democrazia cristiana barbaramente ucciso “anche dalle Brigate Rosse”.  Un pensiero ancora oggi attuale e necessario, che rende Aldo Moro con la sua storia umana e politica, più attuale e vivo che mai. Un pensiero che il giorno 4 aprile 2019, ha fatto da guida agli studenti delle classi quinte dell’IISS “N. Garrone” di Barletta, durante l’incontro con l’On. Gero Grassi, nell’ambito del progetto “Moro vive” promosso dal Consiglio Regionale Puglia e dall’Ufficio Scolastico Regionale, Sezione Biblioteca e Comunicazione Istituzionale. Il deputato pugliese, già componente nonché fervido promotore della Commissione Parlamentare d’inchiesta sul rapimento e sulla morte di Aldo Moro, ha catturato l’attenzione degli studenti che hanno avuto così modo di toccare con mano “il dramma non solo di un uomo e di una famiglia ma di un intero Paese”, come ha affermato lo stesso Grassi, ripercorrendo la carriera, la vita e il pensiero politico dell’ex Presidente del Consiglio. Parlare di Moro significa “far rivivere il suo insegnamento, ricordare la vicenda del sequestro e omicidio, ma anche la storia dello stragismo dei dieci anni precedenti, che non trovano spazio nei programmi scolastici

Due ore, quelle dell’incontro, in cui l’on. Grassi ha ripercorso non solo gli anni più bui della storia d’Italia ma anche gli anni più brillanti del grande statista salentino. Due ore in cui gli studenti hanno partecipato attivamente con le loro domande, le loro letture e le loro realizzazioni grafiche create per l’occasione.

Un incontro, fortemente voluto dal dirigente scolastico Francesco Antonio Diviccaro dell’IISS “N. Garrone” e da tutta la comunità scolastica, che si colloca nel piano di avvicinamento degli studenti agli Esami di Stato e che si cala pienamente nel percorso di Cittadinanza e Costituzione che coinvolge quotidianamente gli studenti dell’Istituto.

La Lectio Magistralis dell’onorevole Gero Grassi è stata per gli studenti che si accingono alla maturità una preziosa opportunità di approfondimento degli studi e di riflessione, per acquisire conoscenze e competenze di “cittadinanza attiva” ispirate, tra gli altri, ai valori della responsabilità, legalità, partecipazione alla vita sociale, politica e culturale per un domani migliore.

Un momento che ha permesso di poter affermare ancora una volta che “Moro Vive”, ed oggi vivrà anche nelle menti degli studenti dell’IISS “N. Garrone”.